IL VENERDÌ SERA IN FRANCIA TRA CHALLENGE CUP E PRO D2 LA ROCHELLE-ZEBRE= Si affrontano la prima e la seconda della pool 4, separate da 1pt. I marittimi possono assicurarsi il passaggio del turno e questo sarà il loro obiettivo: vincere col bonus per poter affrontare l’ultimo round, in trasferta a Parma, con le riserve o comunque senza alcun pensiero. È per questo che il team che scenderà in campo è vicino a quello tipo: Murimurivalu, Retiere, Plessis-Couillaud, Doumayrou, Andreu, West, Balès, Vito, Gourdon, W.Liebenberg, Qovu, Tanguy, Atonio, Orioli, Priso. La panchina è di spessore con Forbes, Corbel, Joly, Sazy, Botia, Goillot, Lafage, S.Barry. Dopo un inizio stagione in sordina, sono entrati a regime e ricordano quelli che erano stati prima della scorsa deludente stagione; forse sono meno spumeggianti, ma dal 6 ottobre hanno perso solo 2 match su 12 tra campionato e coppa. Vengono da una sconfitta pesante a Clermont, che li avrà fatti ripiombare coi piedi per terra ma che ci può stare; sarà uno stimolo per far bene stasera. Altro stimolo deriva dall’ultimo match di Challenge, perso clamorosamente in casa contro un Bristol in versione rimaneggiata: devono farsi perdonare per quel ko. La franchigia italiana può sognare il passaggio del turno ma a mio avviso ci proverà al prossimo round, in casa contro La Rochelle che sarà già sicuro del primo posto. Sarebbe già ottimo uscire con un bonus, perché poi in sede di ripescaggio potrebbe far la differenza; o difensivo se riuscisse a reggere (cosa difficile) od offensivo se riuscisse a trovare spazi e mete a risultato assicurato per i francesi (cosa più plausibile). Tuttavia la vedo parecchio indietro, dal momento che la formazione non mi piace. Senza Fabiani, Chistolini, Lovotti, Sisi, Giammarioli, Castello, Bisegni, Minozzi e Violi, e con Meyer, Renton e Canna in panchina, è decisamente indebolita: Padovani, Balekana, Boni, De Battista, Di Giulio, Brummer, Palazzani, Tuivaiti, Licata, Mbandà, Biagi, Ortis, Bello, Luus, Ah-Nau. In genere questo tipo di formazioni non promettono niente di buono, per esperienze passate specie in trasferta. Non mi piace affatto la coppia dei centri, non ha convinto il n.10 che partirà come appare in calo quello che siede in panca, non è di livello la prima linea soprattutto il tallonatore. In trasferta le Zebre sono per tradizione deboli e si stanno confermando nella stagione in corso infatti hanno perso di 18pt a Treviso, di 43pt a Swansea, di 37pt a Cardiff, di 21pt a Bristol, di 28pt a Glasgow, di 11pt a Newport, di 19pt a Galway. Va aggiunto che lo stato di forma è basso, con prestazioni scarse e risultati dello stesso tipo: domenica si sono fatte stendere di 15pt in casa dai Cheetahs e perdono da 6 match di fila esclusi i 2 con l’Enisei. Se i marittimi giocano seriamente, gli dovrebbero dare come minimo 20pt di scarto: li vedo fare 4 mete almeno ma più realisticamente 5 e concederne 1 o non più di 2, sperando che non mollino a lavoro svolto. MASSY-BOURG EN BRESSE= Scontro salvezza di capitale importanza per i Franciliens, ultimi a 21pt, e per i Violets, terzultimi a 29pt. I locali sono all’ultima chiamata, se vincono si rituffano nel vivo della lotta per non retrocedere mentre se perdono hanno un piede in Fédérale 1. Si presentano con Graaff, Mendes, Delage, Sheridan, Bituniyata, Loree, Prier, Gorcioaia, Pleindoux, Desassis, Chauveau, Cazac, Choucou, Delhommel, Soave. Hanno un buon XV che però potrebbe essere migliore. Gli ospiti rispondono con H.Dupont, Cailleaud, Perrin, Perret, Santallier, Debrach, Guilon, Wavrin, Bautier, Lyons, Veyret, Lainault, Harmse, Jullien, Kapanadze. Guardando le statistiche, si nota che Bourg in trasferta va veramente male; tuttavia si deve sapere che fa quasi sempre un ampio turnover perché punta tutto sui match casalinghi accettando di subire pesanti ko lontano da casa. Solo una volta ha viaggiato al completo, ad Aurillac, perché era un match alla portata su cui quindi puntava; ed è tornato con 1pt perdendo 13-9. Stasera ha fatto la stessa cosa: la squadra è quella tipo poiché vuole uscire con qualcosa. Massy è alla portata, il Ladoumègue è un campo in cui altri sono già passati e fare risultato equivarrebbe a un grande passo in avanti verso la salvezza. I nero-azzurri sono ancora più affamati di vittoria, è vero, ma non per questo allora possiamo essere sicuri che ce la faranno. Anche perché sono stati strani finora: hanno vinto match che si pensava avrebbero perso, spesso in trasferta hanno retto, hanno perso match che dovevano vincere ecc. Sono indisciplinati e non sono travolgenti infatti si affidano molto al piede di Graaff. Penso che siano decenti, alla pari di Bourg, Aurillac e Colomiers, e che non meritino l’ultimo posto, però non mi danno fiducia piena in questo match che hanno l’obbligo di aggiudicarsi. In casa hanno già perso con Bayonne, Angoulême, Vannes, Oyonnax e Aurillac; le vittorie sono state di 11pt con Brive, di 9pt con Biarritz, di 9pt con Colomiers, più quella esterna a sorpresa ad Aix-en-Provence di 16pt. Prevedo un match equilibrato, Bourg è comunque andato con buone intenzioni e ha dimostrato di valere quando presente con la formazione tipo. Non credo perderà con più di 2 mete di scarto, potrebbe uscire col bonus anzi; mi fa stare più tranquillo rispetto a puntare sul successo del Rcme, che non dico che perderà ma che difficilmente vincerà con 15pt o più. Cautela perché il campionato riprende dopo 3 settimane di pausa e perché Massy potrebbe cercare un 5-0 e non un semplice successo, che sarebbe prezioso in ottica salvezza. DOPPIA @1.71 La Rochelle H -17 @1.28 Bourg-en-Bresse H +14,5 @1.33 [Bet365; Conf. 2 U]

13h52 - 11 janvier 2019
Rugby Bet - Pronostici Ovali