CHALLENGE CUP: TREVISO-AGEN La Benetton ha la possibilità di passare ai quarti per la prima volta nella sua storia e nella storia del rugby italiano poiché nessuna squadra è mai riuscita ad approdare ai knock-out stages di una competizione europea. La sua pool, la 5, è la più equilibrata in quanto in soli 3pt sono racchiuse tutte le partecipanti: gli Harlequins la guidano a 11pt, seguono i Leoni a 10pt e la coppia francese Grenoble-Agen chiude a 9pt. La franchigia veneta punta sulla Challenge, vuole passare il turno; a differenza delle due francesi che, come vale per quasi tutte le compagini dell’Esagono, non vi hanno alcun interesse. Un team che lotta per non retrocedere in Top14 non vuole impiegare energie in una coppa che non potrà vincere rischiando di perdere poi i match che contano veramente e di affaticare o far infortunare i propri titolari. Agen deve pensare a evitare il penultimo posto in campionato e quindi si presenta a Treviso con una formazione quasi rimaneggiata: Tolot, Masilevu, Sadie, Vaka, Yaha, Berdeu, Verdu, Hocquet, Tanga, F.Bosch, Murday, Zafra, Burin, Ngauamo, Tetrashvili. Non è un XV di seconde e terze scelte, attenzione. Diversi giocano abitualmente in Top14 come Murday, F.Bosch, Tanga, Ngauamo, altri meno ma non per niente come Tetrashvili, Zafra, Verdu, Berdeu, Vaka, Sadie. Pensavo che Reggiardo operasse un maggiore turnover, probabilmente lo farà al prossimo round; ho notato d’altronde che ultimamente non mette mai un XV top e un XV di riserva, ma sceglie dei mix. Gli assenti rilevanti rispetto allo scorso match, in campionato contro Toulouse, sono J.McIntyre, Januarie, Marchois, Lamoulie, Laporte e F.Bosch passa da n.2 a flanker. Quello che conta alla fine, per me, è che i bianco-blu non hanno il mirino su questo match e in generale su questa coppa. In casa tutto sommato si fanno rispettare sempre mentre in trasferta in questa stagione hanno perso di 32pt presso i Quins e di 7pt a Grenoble (che come loro non gioca a fondo), in quella scorsa di 8pt presso le Zebre, di 14pt a Pau e di 45pt a Gloucester. La Benetton sta facendo una stagione davvero notevole: è in corsa per passare il turno in coppa ma soprattutto è seriamente in corsa per i playoff in Pro14 infatti nella sua conference è terza a pari punti con la seconda, Edinburgh. Non è una meteora, è una realtà. È una squadra solida, efficace e concreta; nessuno ha avuto vita facile contro di lei che è ostica in particolare al Monigo ma anche fuori. Si presenta con un XV valido, con qualche cambio ma che non si fa sentire poiché un punto di forza è il disporre di una rosa ampia dove quasi tutti sono allo stesso buon livello più qualche elemento superiore tipo M.Ioane e Duvenage. Ecco la formazione: Sperandio, Tavuyara, Zanon, Morisi, M.Ioane, McKinley, Tebaldi, Halafihi, Lazzaroni, Negri, Budd, I.Herbst, Pasquali, Bigi, Quaglio. C’è un po’ di turnover infatti ad esempio Duvenage e T.Allan sono out ma non vedo punti preoccupanti proprio perché chi subentra è all’altezza e ci sono comunque delle colonne come M.Ioane, Budd, Negri. Da notare l’esordio per Halafihi, appena arrivato in Italia. Vedo i Leoni favoriti in base ai valori in campo ma soprattutto per gli stimoli nel torneo. La cosa importante è che gli serve un successo ampio, possibilmente col bonus. È abbastanza sicuro che i Quins arriveranno primi nella pool, dunque dovranno sperare di essere tra le tre migliori seconde per essere ripescati. Una ripescata sarà Northampton che chiuderà a 20pt almeno (dopo la trasferta ardua a Clermont, ha l’ultimo round in casa con Timişoara), poi rischia di giocarsela ai punti con Worcester/Ospreys nella pool 2, Connacht nella pool 3 e forse Zebre nella pool 4. Un match simile a questo è stato contro Grenoble, al round 1, ed è finito 40-14. L’handicap per me è un po’ basso, dovrebbe essere almeno 14 se non 16 e salirà (l’ho preso a 11 appena uscito). Non mi piace giocare gli handicap base ma stavolta mi sembra il caso di osare un po’. Treviso H -12 @1.90 [Bet365; Conf. 2,5 U]

15h07 - 11 janvier 2019
Rugby Bet - Pronostici Ovali